Un servizio decoroso per le mense, non difese d’ufficio da parte della giunta

Elisa Asia Battaglia più che l’assessore all’istruzione del comune di Udine sembra l’avvocato della ditta appaltatrice nel modo in cui cerca di giustificare questa situazione. Le lamentele delle famiglie, che continuano su fatti e situazioni oggettive da quando ha avuto inizio il nuovo appalto, ossia 5 mesi fa, sono riferite a obblighi e prestazioni del capitolato speciale d’appalto che regola il servizio, la cui ripetuta violazione è da ritenersi un’inadempienza contrattuale, non un capriccio come vuole fare intendere l’assessore. La sua posizione sta diventando patetica dal momento che anche i consiglieri di maggioranza sono concordi nel ritenere grave ciò che continua ad accadere e hanno auspicato un netto cambio di passo, smentendo la stessa Battaglia in commissione.
La qualità del cibo non è questione di schieramenti e un assessore deve adoperarsi affinché tutti ma proprio tutti i genitori siano sicuri che i loro figli mangino bene senza incolpare coloro che denunciano un problema e senza nascondersi dietro alla politica. L’unica nostra preoccupazione è che i bambini abbiano un servizio decoroso e fintanto che questa cosa non avverrà continueremo a farci sentire.

mensa-5