La memoria ci rende liberi

Raccontare l’orrore del campo di sterminio nazisti, senza seminare odio ma insegnando il valore del rispetto e della libertà: pur essendo nata da un dolore indicibile, la giornata della memoria, che ogni 27 gennaio si celebra nel nostro Paese e in tutta Europa, è un inno alla vita, alla sua bellezza, alla sua necessità.
Ho rivisto oggi questa testimonianza di Liliana Segre che adulta guarda se stessa da bambina, discriminata e deportata in quanto ebrea. La memoria ci aiuta a rimanere realmente liberi, a non banalizzare, ci aiuta a sentirci più forti anche di fronte alle difficoltà. E noi non possiamo farne a meno.