356 famiglie senza servizio: la giunta intervenga urgentemente sul doposcuola

Il problema è effettivamente tecnico ma è a conoscenza dell’amministrazione comunale da agosto: come mai la giunta non ha già provveduto a sbloccare la situazione prima dell’inizio della scuola, evitando un disagio concreto agli studenti e alle famiglie in questi primi giorni di scuola? L’assessore Battaglia, anziché cadere dalle nuvole, prenda in mano la situazione e dia mandato all’amministrazione di affidare direttamente il servizio ad uno dei soggetti privati finchè la situazione non si sarà sbloccata da un punto di vista tecnico: è inconcepibile che 356 famiglie restino fino ad un imprecisato giorno senza un servizio fondamentale da un punto di vista educativo e organizzativo, per il quale stanno pagando e sul quale sinora hanno potuto serenamente contare. Se questa è l’attenzione alle famiglie da parte della giunta, il buongiorno si vede dal mattino.
doposcuola udine